libri di psicologia

libri di psicologia

libri di psicologia

Brevi recensioni di alcuni utili libri sulla psicologia umana.

Perch? leggere un libro di psicologia? quali sono i pi? ricercati?


Lasciando da parte i libri legati allo studio universitario usati nelle varie facolt? di psicologia , esiste un mercato misto di libri seri, semiseri e meno seri che trattano temi importanti.
Esistono ad esempio libri sulla psicologia comportamentale o ancora libri di psicologia sull’amore.

A che pro?
Per migliorare la conoscenza di se stessi, per imparare a gestire le nostre emozioni, per l’auto cura e la crescita personale.

Questa piccola guida non vuole essere una classifica, non vi parler? dei “migliori libri di psicologia 2019” come magari troverete in altri blog e/o forum, vi segnalo semplicemente alcuni libri che ritengo utili o scritti bene, tutto qua.
E niente link verso fantomatici siti per acquistare, questo lo deciderete solo voi, se e quando.

Ecco quali recensioni potete trovare in questa pagina:

In questo articolo tratteremo i seguenti temi:


LIBRI PSICOLOGIA COMPORTAMENTALE


Corpo, immaginazione e cambiamento

Corpo, immaginazione e cambiamento
Autori: Giancarlo Dimaggio, Paolo Ottavi, Raffaele Popolo, Giampaolo Salvatore

corpo-immaginazione-e-cambiamento

Autori: Giancarlo Dimaggio, Paolo Ottavi, Raffaele Popolo, Giampaolo Salvatore

Questo libro di Psicologia clinica ? un vero e proprio “manuale” di tecnica psicoterapeutica, scritto in maniera molto chiara, con pratici esempi ricorrendo a casi clinici con relative analisi e terapie suggerite.
Per certi versi ? un vero e proprio metodo di psicoterapia cognitivo-comportamentale.
Viene trattato il modo con cui interagire con il paziente per riuscire a fargli scoprire il proprio mondo, quell’io interiore difficile da scovare e interpretare.


Nessuno ? perfetto. Strategie per superare il perfezionismo

Nessuno ? perfetto. Strategie per superare il perfezionismo
Autori: Martin M. Antony e Richard P. Swinson

nessuno-e-perfetto

Nessuno ? perfetto. Strategie per superare il perfezionismo
Autori: Martin M. Antony e Richard P. Swinson

Avete mai avuto a che fare con un perfezionista? Uno di quelli che critica tutto e tutti perch? vuole la perfezione assoluta arrivano a criticare fortemente anche se stesso? No? Beati voi.

Questo libro aiuta a comprendere come funzionano talune dinamiche nella mente di un perfezionista, ne parla in maniera leggera e a tratti direi anche con il cuore, tuttavia sempre in maniera scientifica, precisa e rigorosa.

Il perfezionismo ? una forma patologica, denota rigidit? verso gli altri e se stessi, ed il libro ne evidenzia e analizza gli aspetti comportamentali; inoltre nel libro vengono affrontate altre patologie (ansia, depressione, disturbi alimentari e altri disturbi) che possono coesistere o coadiuvare la patologia del perfezionismo.


Il cane di Pavlov.
Storia del riflesso condizionato dalla fisiologia alla psicologia

Titolo: Il cane di Pavlov.
Storia del riflesso condizionato dalla fisiologia alla psicologia
Autore: Luigi Traetta

cane-Pavlov

Questo libro cerca di analizzare gli studi di Pavlov sul riflesso condizionato, da cui lo psicologo amenricano Frederic Skinner ha poi preso spunto per i suoi esperimenti sul condizionamento operante.

Pavlov ? uno dei primi a dedurre come una forma semplice di apprendimento per associazione di eventi porta a risposte di tipo riflessivo.

Nel libro vediamo come nei suoi esperimenti Pavlov misurava la salivazione dei cani che usava per gli esperimenti in quanto, anche se dipende dall’apparato digerente, la salivazione a volte cominciava anche prima di toccare o addirittura vedere il cibo.

Bastava che la situazione fosse simile (rumore della ciotola, la visione di chi di solito gli porta il cibo, ecc.) ed il cane capiva che stava arrivando da mangiare e cominciava quindi la salivazione anticipata.

Il cane imparava per associazione, questa fu la grande scoperta di Pavlov sugli stimoli condizionanti.

LIBRI SULL’AMORE


La Psicologia dell’Amore

La Psicologia dell’Amore
Autore: Vera Slepoj

psicologia-dell-amore

L’amore affrontato seguendo storia, mitologia e cultura, passando da Platone a Freud fino all’uso moderno di internet.
Questo libro ci insegna e racconta come l’amore non ? solo un sentimento puro e incontrollabile, ma ? soprattutto frutto e figlio dell’epoca in cui si vive, ? legato in maniera indissolubile agli aspetti sociali dei tempi. L’amore inoltre ? anche una necessit? biologica di riproduzione consapevole e anche questo aspetto viene affrontato nel libro.
Una buona lettura, se non altro per imparare cos’? l’amore visto dalla parte pi? nobile del sentimento.

L’arte di amare

L’arte di amare
Autore: Erich Fromm

arte-di-amare

Un libro che definirei “pietra miliare”, che non pu? assolutamente mancare in una biblioteca personale, un libro che negli anni settanta ha contribuito a diffondere la tesi dell’amore come veramente dovrebbe essere : ?Rispetto significa desiderare che l’altro cresca e si sviluppi per quello che ?.?

“L’arte d’amare” ? un libro che da speranza e infonde un insegnamento da non dimenticare, cio? che si pu? imparare ad amare e che non ? mai troppo tardi.
L’amore non ? da scambiare con il nostro bisogno di amore, bens? con l’amore che noi possiamo dare, e soprattutto il vero amore richiede umilt?.
Insomma, amare non ? per tutti, ma si pu? imparare se davvero si vuole.

Amore, fedelt?, bugie e tradimento. Come vivere bene le relazioni e sopravvivere a crisi e rotture

Amore, fedelt?, bugie e tradimento. Come vivere bene le relazioni e sopravvivere a crisi e rotture
Autore: Katie Figes

Libro-tradimento

Un libro controverso, che scatena anche reazioni diverse tra i lettori, i quali si schierano tra chi da ragione all’autrice e chi invece ne condanna le idee perch? ritengono sia troppo “buonista” con i traditori.

In realt? questo libro analizza senza censura il tradimento vissuto da una coppia, prende in esame la monogamia e ci? che essa rappresenta e da essa ne desume delle soluzioni, o almeno ci prova, per gestire i momenti di crisi di una coppia ed al manifestarsi del tradimento.

L’autrice parte dalla sua esperienza, dalle storie raccontategli dai suoi pazienti e ci aiuta a guardare diversamente il tradimento, senza fare moralismi e senza preconcetti ma semplicemente dal punto di vista razionale.

Ne emerge un fatto unico, cio? che il traditore ? in realt? la persona pi? fragile all’interno della coppia, che il perdono sarebbe la ricetta ideale per reinstaurare il rapporto di coppia ma deve essere una scelta fatta consapevolmente, accettando il passato senza se e senza ma.
Si ricomincia e basta.

Come detto prima, questa conclusione scatena reazioni diverse da parte di chi legge, in quanto la societ? contemporanea vede chi tradisce come un “maledetto bastardo”, mentre l’autrice lo inquadra come la vera vittima.

Non ? pi? come prima: Elogio del perdono nella vita amorosa

Non ? pi? come prima: Elogio del perdono nella vita amorosa
Autore: Massimo Recalcati

non-e-piu-come-prima

Non ? pi? come prima, un libro illuminante.
Quante persone hanno avuto a che fare con tradimenti e perdono?

Massimo Recalcati ne fa una disamina diretta e convincente, mettendo l’amore, quel sentimento principe che smuove il mondo, in primo piano.
A pag. 45 c’? secondo il mio modesto parere, una frase eloquente, che dice “Si ? amato non per qualcosa ma per tutto“, cio? che quando si ama una persona non lo si fa perch? ? fatta in un modo o in un altro, ma perch? semplicemente “?”.

Quando qualcosa all’interno della coppia si rompe, cosa succede a questo amore? E’ possibile il perdono dopo il tradimento?

Secondo Recalcati sembrerebbe di si, anche se il viaggio ? lungo, frutto di un dramma interiore molto profondo, anche perch?, scrive l’autore, “il perdono non pu? cancellare le tracce della ferita“, ma a volte si perdona pi? per paura di perdere l’altro per sempre che per vero amore.

In molte pagine del libro si richiama l’amore Cristiano, ad esempio nella citazione dell’episodio di Ges? che salva dalla lapidazione un adultera con la frase “Chi di voi ? senza peccato, scagli per primo la pietra contro di lei“, a significato che tutti noi abbiamo le nostre colpe, e all’interno di una coppia, a volte le colpe di un tradimento vanno condivise, motivo per cui amore e perdono devono andare di pari passo.

Libro molto interessante, utile e scorrevole.

LIBRI PER CAPIRE SE STESSI


Intelligenza emotiva. Che cos’? e perch? pu? renderci felici

Intelligenza emotiva. Che cos’? e perch? pu? renderci felici
Autore: Daniel Goleman

Intelligenza-emotiva

Le componenti emotive guidano le nostre azioni, sempre. Questo ? un dato di fatto.
Anche le azioni pi? razionali e motivate hanno una base emotiva.
Questo libro esplora i meccanismi che sono alla base delle nostre emozioni, ne analizza i comportamenti per farci capire dove le nostre emozioni ci possono portare se controllate con la giusta consapevolezza.

Dopo aver letto questo libro ogni lettore pu? comprendere meglio le proprie emozioni, capirne la natura e guidarle consapevolmente per migliorare la propria esistenza e raggiungere gli obiettivi prefissati.
In fondo noi siamo le nostre emozioni, senza di esse non saremo noi stessi, impariamo ad amarle, e a controllarle.


Autoanalisi.
Una via per scoprire se stessi e affrontare positivamente la vita

Autoanalisi.
Una via per scoprire se stessi e affrontare positivamente la vita
Autore: Raffaele Cavaliere

Autoanalisi

Un vero e proprio percorso guidato verso l’auto-comprensione di se stessi, rende il lettore conscio dei suoi limiti ma anche delle sue potenzialit?, donandogli armi e difese per affrontare meglio la vita. Realizzare veramente ci? che siamo ? molto difficile, possiamo essere forti ed affrontare i problemi senza batter ciglio, ma la conoscenza del nostro io interiore pu? essere un ulteriore passo per migliorare il nostro modo di essere e di porci.


LIBRI SULLA DEPRESSIONE


Depressione nell’et? senile

Depressione nell’et? senile
Autori vari
pubblicato da Steven P. Roose, Harold A. Sackeim

Libro-depressione-senile

La prima cosa che colpisce quando si legge questo libro? La scorrevolezza.
Si, un libro bello da leggere, semplice nella sua esposizione quanto completo e tecnico, insomma, ne vale la pena.

Questo perch? i due editori hanno invitato alla scrittura del libro vari geriatri, anzi, psicogeriatri, che hanno contribuito alla stesura sulla base della loro esperienza, assegnando ad ognuno di loro un argomento dove fossero “forti”.

Assegnando in tal modo gli argomenti sulla base delle competenze ne ? uscito un vero e proprio vademecum per la depressione senile, sia per la qualit? delle informazioni che ne scaturiscono che per la qualit?.

Breve conclusione

Con questo breve articolo non voglio assolutamente dire che questi siano i migliori libri in circolazione, ma tra i tanti questi (e tanti altri) hanno un senso di essere letti, hanno un loro cuore ed una loro anima, insegnano qualcosa di positivo e cercano soluzioni.


Rompere gli schemi della depressione

Titolo: Rompere gli schemi della depressione
Autore:
Michael Yapko

rompere-schemi-depressione

La depressione ormai ? un fenomeno diffuso, anche troppo, ed ? un problema tipico dell’occidente, in quanto la societ? moderna ci impone tempi e metodi spesso fuori dai crismi di quella che si pu? chiamare vita.
Lo dice anche Michael Yapko, l’autore di questo libro, dove afferma che se la depressione ha ben radicato in questo tipo di societ?, qualche motivo ci deve pur essere.

La depressione non funziona nello stesso modo per ogni persona, ma ? il frutto dell’interpretazione personale delle esperienze vissute, e chi soffre di depressione non ? preparato a superare alcune difficolt? che la vita ci pone di fronte giornalmente.

Questo libro vuole proprio colmare questo vuoto, queste lacune che chi soffre di depressione ha, prevedendo un percorso concreto e pratico per permettere a chi legge di riconoscere subito uno stato depressivo e provare ad imparare come evitare che le nostre esperienze si tramutino in sentimenti e reazioni negative.

Leggendo questo libro potrete scoprire che questa patologia pu? anche “trasmettersi come un virus“, perch? a volte vivere all’interno di una famiglia o di un ambiente lavorativo dove il clima emotivo e comunicativo ? sempre tendente alla negativit?, allora chi ne fa parte pu? risentirne pesantemente, soprattutto le persone pi? deboli caratterialmente.

In conclusione, potremmo dire che ? un libro molto interessante, utile per chi soffre di depressione per capire come superare talune difficolt?.


Esci dal tunnel.
Da un lutto a una malattia, da un fallimento a una separazione: come affrontare e superare un trauma

Titolo: Esci dal tunnel.
Da un lutto a una malattia, da un fallimento a una separazione: come affrontare e superare un trauma
Autore: Luca Saita

Esci-dal-tunnel_Luca-Saita

Esci dal tunnel, dello psicologo Luca Saita, ? un libro che vuole provare ad aiutare, tramite strategie e tecniche pratiche, chi vuole provare ad uscire da un forte trauma emotivo.

Questi traumi, come descrive lo stesso autore, possono essere sia di origine esterna, cio? un fatto accaduto come ad esempio la forte emozione per un lutto, che di origine interiore, nel senso che potremmo vivere un forte disagio interiore dovuto ad un fallimento personale, come ad esempio nel caso di una separazione o la perdita del lavoro.

In questo libro, Saita vuole provare ad aiutare chi soffre a riprendere in mano la propria vita senza cadere definitivamente in depressione, vuole, in sintesi, farci riscoprire la vita, che deve andare avanti comunque.

Come dico sempre io, “I fatti accadono e indietro non si torna

Il libro ? strutturato in 5 passi, fornendo delle strategie per prendere coscienza dell’accaduto, che forse ? la fase fondamentale per riuscire a lasciarsi un trauma alle spalle, aiutandoti a capire che invece di chiuderti a riccio dovresti parlare con qualcuno, un amico, un parente, anche uno psicoterapeuta se serve, per riuscire ad affrontare l’accaduto ed a liberarsi del dolore.

Uno dei primi consigli che da l’autore del libro ? quello di provare a scrivere un diario, tutti i giorni, anche poche righe per iniziare, ma questo pratico esercizio ? sicuramente utile per cominciare ad aprirsi verso l’altro, fosse solo un animato pezzo di carta che per? in silenzio accoglie la nostra anima.

Ecco, aprirsi all’altro, provare a raccontare il trauma subito, ? senz’altro un consiglio importante che trovate in questo libro.

Gli altri consigli? leggete il libro, questo ? il mio di consiglio.


Sentirsi bene:
Il metodo per curare la depressione senza farmaci

Titolo: Sentirsi bene:
Il metodo per curare la depressione senza farmaci
Autore: David D. Burns

sentirsi-bene-psicologia-recensione

Sentirsi bene, il titolo a volte dice tutto di un libro, ed in questo caso ? pienamente centrato.
Infatti lo scopo dell’autore ? proprio questo, aiutare chi soffre di depressione a sentirsi meglio senza usare farmaci.
Chi non ha vissuto momenti di tristezza estrema senza barlume di speranza all’orizzonte? Eppure una speranza c’? sempre per tutti, bisogna saperla e volerla cercare.

Questo libro ? diventato un must soprattutto grazie al passaparola e alle recensioni dei lettori, quasi sempre positive, che ritengono questo libro utile per uscire dal buco nero della depressione.
La particolarit? di questo libro sta nella sua facilit? e leggerezza di lettura, anche divertente a tratti, che semplicemente ed in maniera disarmante ci mette di fronte a noi stessi e ad un bivio.

Gi?, perch? Burns ci spiega in maniera diretta che non sono le vicissitudini a causare la nostra infelicit?, ad essere causa di depressione, ma il nostro atteggiamento verso queste avversit?.

Troppo spesso pensiamo che ad influire sulla nostra vita siano fattori esterni inevitabili, ma in realt? gran parte della nostra esistenza dipende da noi, da come ci approcciamo, dalla nostra autostima.

Quando sento qualcuno lamentarsi gli chiedo sempre quale scelte vorrebbe fare e perch? non le fa, e rimango disarmato quando rispondono che “non c’? scelta”.
Non ? vero lettori miei, c’? sempre una scelta, ad esempio potete scegliere di andare avanti sempre e comunque, di accontentarvi delle cose belle della vita, di trovare il lato positivo, e questo libro vuole farvi aprire gli occhi proprio su questo.

Insomma, leggetelo e migliorate la vostra autostima!


Guarire.
Una nuova strada per curare lo stress, l’ansia e la depressione senza farmaci n? psicanalisi

Titolo: Guarire.
Una nuova strada per curare lo stress, l’ansia e la depressione senza farmaci n? psicanalisi
Autore: David Servan-Schreiber

guarire-David-Servan-Schreiber-recensione-libro

David Servan-Schreiber, noto psichiatra e ricercatore francese scomparso nel 2011, scrisse questo libro nella convinzione che la miglior medicina esistente al mondo per curare molte patologie ce l’abbiamo gi?, ed ? il nostro cervello.

Con questo libro vuole raccontare come ansia e depressione possono essere contrastate anche attraverso il controllo delle emozioni, in quanto siamo noi che dobbiamo incanalarle verso la giusta direzione e non esse a prendere il controllo sulla nostra vita.

In questo saggio vi sono proposte varie su come reagire alla depressione, anche sulla base di esperienze dirette di David Servan-Schreiber, non mette in discussione la medicina moderna ma come ci sia dimenticati della potenza della nostra mente nel controllare il nostro corpo, le sue emozioni e reazioni.

E’ un libro chiaro e conciso, ben spiegato, ricco di esempi pratici da mettere in pratica tutti i giorni, da leggere anche per cultura generale, anche per approfondire la conoscenza di se stessi ed imparare un nuovo approccio su come risolvere i problemi di salute.



LIBRI SUI DISTURBI DEL SONNO


Trattamenti comportamentali per i disturbi del sonno. Manuale completo e protocolli terapeutici

Trattamenti comportamentali per i disturbi del sonno. Manuale completo e protocolli terapeutici
A cura di M. Perlis, M. Aloia, B. Kuhn

Libro-disturbi-del-sonno

Trattamenti comportamentali per i disturbi del sonno” ? un vero e proprio manuale di medicina – psicoterapia, una guida per chi vuole approcciare tecniche di terapia cognitivo comportamentale per trattare i disturbi del sonno, soprattutto i disturbi del sonno nell’infanzia, come ad esempio il pavor notturno.

Lungo circa 400 pagine ma per nulla dispersivo, ? suddiviso in tre parti:

  • protocolli per il trattamento dell?insonnia.
  • protocolli per la terapia e il miglioramento dell?aderenza al trattamento dei disturbi intrinseci del sonno
  • protocolli per il trattamento dei disturbi del sonno in et? pediatrica.

A sua volta, per semplicit? d’uso e di consultazione ogni area ? suddivisa in capitoli che riguardano ad esempio le indicazioni generali o la spiegazione delle tecniche psicoterapiche.

E’ un manuale molto ricco di spunti, ben fatto, che mette i puntini sulle “i”, tratta molto, ma molto bene il tema dei disturbi del sonno in et? pediatrica e adolescenziale, il che dovrebbe farne un utile manuale non solo per psicoterapeuti ma anche per i pediatri, se non altro come manuale di consultazione.



LIBRI SU MALATTIE PSICOSOMATICHE


Malattia e Destino -Il valore e il messaggio della malattia

Titolo: Malattia e destino ? Il valore e il messaggio della malattia
Autore: Thorwald Dethlefsen e Rudiger Dahlke

Libro-Malattia-e-destino-Thorwald

Questo libro rappresenta in forma scritta il pensiero di molti psicologi, filosofi, medici, e cio? che alla base di molte malattie vi sia un problema psicologico, che le malattie quindi hanno origine sopratutto psicosomatica.

Le malattie a volte sono infide e bastarde, ma non mentono mai, quello che ci dicono ? sotto ai nostri occhi, sta a noi capire il messaggio.
Thorwald in questo libro ci insegna che la malattia prima di combatterla bisogna capirla, interpretarla.

Ecco un brevissimo estratto sull’allergia:

Negli allergici la giusta difesa viene portata agli estremi. L?allergico si costruisce un?armatura e vede nemici dappertutto. [?] l?allergia ? espressione di forte difesa e aggressivit? repressa nel corpo. L?allergico ha problemi con la propria aggressivit?, che per? in genere non ammette di avere e quindi neppure vive consapevolmente.”

“Malattia e Destino”, Thorwald Dethlefsen e Rudiger Dahlke

Avete letto bene?
Thorwald e Dahlke ci parlano di aggressivit? repressa, quindi di somatizzazione, di problemi sepolti, di stress che da qualche parte deve sfogare.

In questo modo il libro “Malattia e destino ? Il valore e il messaggio della malattia” ci guida verso una consapevolezza che possiamo essere pazienti di noi stessi, non dobbiamo solo limitarci ad “ascoltare il dottore”, ma possiamo provare ad iniziare il processo di guarigione partendo da noi stessi, dal nostro io interiore.

Per Thorwald e Dahlke il sintomo fisico ha sempre origine nella nostra coscienza, rovesciando il concetto di “mens sana in corpore sano”, e ci sottopongono anche una casistica con le giuste domande da porsi, come ad esempio “cosa vuole dirci un cuore che si ammala”?

Non ? una lettura semplice, bisogna essere pronti dal punto di vista
filosofico, bisogna essere in sintonia con questo modo di pensare, ma ? una lettura comunque consigliata.

? tutto nella tua testa

Titolo: ? tutto nella tua testa. Il misterioso mondo delle malattie psicosomatiche
Autore: Suzanne O’Sullivan

tutto-nella-tua-testa-libro

E’ tutto nella tua testa: Disturbi fisici di inspiegabile natura a volte ci colpiscono senza un perch?, un esempio classico ? il “fuoco di Sant Antonio”.
Nel corso dei secoli, quanti passi avanti ha fatto la medicina per fare diagnosi e sviluppare terapie adatte per i disturbi psicosomatici?

Secondo Suzanne O’Sullivan neanche uno, e lo spiega in questo libro in maniera semplice e chiara.
La dott.ssa, primario di neurologia a Londra, racconta la usa esperienza professionale, raccontando alcune storie dirette di pazienti con disturbi psicosomatici anche gravi ed invalidanti.

Un esempio concreto ne ? Mattehew, un suo paziente con sintomi da sclerosi multipla, ma senza dati clinici che possano confermarlo, oppure c’? la storia di una ballerina, improvvisamente seduta su di una sedia a rotelle.

E’ tutto nella tua testa, ripete la O’Sullivanm, affermando che queste patologie sono il frutto della manifestazione fisica di un disagio psicologico, talmente grave e profondo da stravolgere anche il fisico attraverso la somatizzazione.

Secondo l’autrice infatti, le malattie psicosomatiche possono anche essere uno sfogo delle nostre paure e dei nostri disagi per mostrarli in maggiore evidenza a chi ci sta accanto.
In questo libro, che ? un viaggio attraverso storie ed analisi mediche, vuole farci capire la realt? dei disturbi psicosomatici, che la nostra mente ha un potere enorme sul nostro corpo, e la scrittrice lo fa in maniera coinvolgente.

Dimmi dove ti fa male e ti dir? perch?

Titolo: Dimmi dove ti fa male e ti dir? perch?: I richiami del corpo sono i messaggi dell’anima
Autore: Michel Odoul

dimmi-dove-ti-fa-male

L’autore di questo libro ? il fondatore dell’Institut Fran?ais de Shiatsu, e da qui capite meglio il tipo di approccio filosofico che pu? avere questo libro.
Michel Odoul ? infatti un esperto di shiatsu e tecniche energetiche cinesi ed ha una formazione in psicologia e tecniche di rilassamento.

Secondo la filosofia della medicina orientale, le malattie riflettono un blocco psicologico della nostra crescita personale, e questo blocco si manifesta attraverso i disturbi psicosomatici.

l’autore ci dice che “il nostro corpo ci parla“, ma a volte siamo noi a non capirne i messaggi, che siano essi dolorosi o meno.
Le tensioni interne che non trovano uno sfogo psicologico devono per forza di cose trovare un altra via, che pu? essere appunto una patologia.

Michel Odoul vuole spiegarci come fare per riconoscere questi segnali, cio? i sintomi psicosomatici, per comprendere la loro natura psicologica.
Nel libro ci si rif? alla filosofia orientale, ai concetti di Ying e Yang e di energia che scorre nel corpo, e nel finale ci spiega la relazione tra i nostri organi interne ed alcuni disturbi psicosomatici.

E’ un libro sicuramente da leggere, pu? aiutare chiunque a capire meglio il proprio corpo e a decodificarne i messaggi, per certi versi ? addirittura illuminante.

LIBRI SULLA SOLITUDINE

Il bello della solitudine. Come stare soli e vivere felici

Titolo: Il bello della solitudine
Come stare soli e vivere felici
Autore: G?rard Macqueron

Il-bello-della-solitudine - G?rard Macqueron

In questo libro, lo psicoterapeuta G?rard Macqueron cerca di dare una risposta ad una domanda difficile come “cos’? la solitudine?” oppure sul perch? si ha paura della solitudine, cercando di dare una sua interpretazione.

Solitudine ? sentirsi soli e abbandonati? E’ un problema che deriva da esperienze passate? Deriva da carenza affettiva?

Macqueron vuole provare a scoprire i segreti della solitudine, emozione o stato d’animo fin troppo normalizzato in questa era moderna.
L’uomo non ? nato per stare da solo, ma per socializzare, vivere in nuclei, famiglia e amici, ? fatto per scoprire il mondo e non per rintanarsi nel suo piccolo.

In questo libro scopriremo anche questo, ma anche che la solitudine ? utile per capirne un altro di mondo: quello interiore, che c’? dentro a tutti noi.

Man mano che leggerete questo libro troverete la sua utilit? anche leggendo solo due pagine ogni tanto, quelle che vi aiuteranno a pensare positivo, che vi daranno spunti per riflettere, aumenteranno la vostra autostima.

La terapia dell’amicizia

Titolo: La terapia dell’amicizia
The friendship factor
Autore: Alan Loy Mcginnis

la-terapia-dell-amicizia - recensione libro

Questo libro di Alan Loy Mcginnis non fa altro che elevare l’amicizia come base della nostra vita, mette le relazioni sociali al primo posto come motivo di crescita, sia personale che di gruppo, riscontrando infatti nell’amicizia una specie di toccasana per molte patologie psicologiche. Insomma, se stiamo bene con gli altri impareremo a stare bene con noi stessi.

In “la terapia dell’amicizia“, Mcginnis chiarisce come i rapporti umani, le relazioni sociali, le amicizie vere, sono la cosa pi? preziosa che abbiamo, senza di esse non siamo nulla.

Mi piace particolarmente il capitolo dove parla dell’incoraggiamento, dove praticamente indica che complimentandosi per il buon lavoro anzich? lamentandosi per le cose non fatte, si ottengono pi? risultati, sia con i bambini, se siete genitori, sia sul lavoro se avete dei dipendenti.

Insomma, leggetelo, vi far? bene.

LIBRI PSICOLOGIA DELL’INFANZIA


La psicologia del bambino

Titolo: La psicologia del bambino
Autore: Jean Piaget

psicologia-del-bambino-Jean-Piaget

Questo ? sicuramente uno dei migliori libri di psicologia dell’infanzia, almeno lo ? tra quelli che ho letto.
D’altronde Jean Piaget ? uno tra gli psicologi del secolo scorso tra i pi? importanti, in quanto ? stato tra i primi a studiare i processi cognitivi legati allo sviluppo dell’et? infantile.

Questo libro ? essenziale per affrontare lo studio sulla crescita cognitiva, sull’intelligenza, sui pensieri, sulle capacit? e sull’aspetto affettivo durante lo sviluppo infantile.

E’ il risultato dell’esperienza di Piaget sul campo della psicologia infantile, stabilisce la dipendenza e la connessione che c’? tra lo sviluppo fisico e quello mentale di un bambino, ? un faro illuminante sul mondo dei bambini, descrivendone l’evoluzione del pensiero.

Con il suo lavoro, l’autore analizza l’aspetto psicologico dello sviluppo mentale di un bambino, forse ? di difficile lettura, ma sicuramente utile per chi ? del mestiere o lo vuole diventare.

LIBRI PSICOLOGIA DEL LAVORO


Smart Working: istruzioni per l’uso

Titolo: Smart Working: istruzioni per l’uso
Autore: Villa Dario

libro-smartworking

Mettiamo subito in chiaro una cosa, in questo libro non troverete consigli legali o normative legate allo smart working, ma cosa cambia davvero per voi come persona se decidete di intraprendere questa (meravilgiosa) strada.
In poche parole si descrive cos’? veramente lo smart working e perch? pu? essere considerato una filosofia di vita oltre che un semplice benefit.

Lavorare da casa pu? essere una soluzione dovuta per cause di forza maggiore, ma pu? anche essere una scelta consapevole, ed un azienda che incentiva questa modalit? di lavoro significa che crede nei valori delle persone.
Restituire alle persone ci? che la societ? moderna ha tolto negli ultimi 20 anni ? senza dubbio il compito e l’obiettivo dello smart working, perch? troppe famiglie sono state separate a causa del lavoro, che “deve” essere in presenza, troppi figli sono cresciuti senza un padre presente perch? “potrei ma non mi lasciano”.

Lo smart working responsabilizza le persone, sono costrette ad auto regolarsi, nelle pause ma anche nelle ore di lavoro, perch? a volte pu? capitare che da casa si lavori anche di pi? e si resti “connessi” per troppe ore, con annessi disturbi del sonno.

Il libro affronta alcuni punti cruciali sull’approccio da tenere, sia per l’azienda che lo concede che per il lavoratore, affronta il tema dell’organizzazione giornaliera per avere una buona produttivit? anche da casa, ed aiuta a trovare un buon equilibrio tra l’essere a casa e lavorare.

Psicologo veneto